Vuoi trasformare il sottotetto in una mansarda abitabile? Ecco come fare, passo dopo passo

Person with ladders in the attic space

Hai pensato spesso alla possibilità di recuperare il tuo sottotetto per creare uno spazio abitabile in più e soddisfare i desideri e le necessità di tutta la famiglia?

Come qualsiasi lavoro di ristrutturazione, anche questo può essere un lavoro più o meno complesso a seconda del tipo di intervento necessario e va organizzato con cura: qui trovi i passaggi e gli aspetti principali da valutare per trasformare il tuo sottotetto in una luminosa mansarda da vivere.

Perché trasformare il sottotetto in mansarda abitabile: tutti i vantaggi

Ci sono almeno tre vantaggi da prendere subito in considerazione per capire il valore di un sottotetto trasformato in mansarda:

  • egrave; più economico. Aggiungere spazio alla tua casa ti fa risparmiare rispetto all’acquisto di una casa più grande e ti evita anche lo stress di un trasloco 
  • è un modo per migliorare l’efficienza energetica di tutta la casa. Quando ristrutturi la mansarda devi aumentare l’isolamento del tetto per migliorare il comfort termico e acustico degli ambienti ricavati al piano superiore, e questo si riflette anche sul piano inferiore. Isolando la quinta parete, il tetto, puoi ridurre del 30% le perdite di energia della tua casa
  • aumenta il valore della proprietà: spazio e luminosità sono tra le caratteristiche più richieste da chi è in cerca di una nuova abitazione. 

Come iniziare a progettare la trasformazione del sottotetto

Ecco la lista dei cinque passaggi fondamentali per avviare il tuo progetto di recupero del sottotetto:

  1. contattare un progettista e verifica la superficie utilizzabile del tuo sottotetto
  2. capire il tipo di intervento da realizzare
  3. verificare i permessi necessari
  4. definire il progetto con l’aiuto di un esperto
  5. trovare la soluzione VELUX più adatta al tuo spazio.

Contatta un progettista e verifica la superficie utilizzabile del tuo sottotetto

Il primo punto da prendere in esame per ristrutturare il sottotetto è capire quanta superficie abitabile puoi utilizzare per creare la tua mansarda. 

Per avere una mansarda idonea ad accogliere persone, l’altezza media e l’altezza minima devono rientrare nei parametri richiesti dalla tua Regione. Per i sottotetti, tutte le regioni italiane consentono altezze medie inferiori ai 270 cm previsti dalla normativa nazionale, con differenze tra regione e regione.

Molte leggi regionali indicano come parametro l’altezza media ponderale, che si calcola dividendo il volume della parte di sottotetto la cui altezza supera quella minima per la superficie relativa.

Il calcolo della superficie abitabile non è semplice e va eseguita da un tecnico, soprattutto in presenza di nicchie o sbalzi sul soffitto.

Se nel locale ci sono zone con altezza inferiore a quella minima devono essere chiuse, ma non vanno perse perché puoi sfruttare lo spazio come armadio o ripostiglio.

Se il tuo sottotetto non rispetta i parametri regionali per poterlo trasformare in una mansarda abitabile, puoi verificare con l'ufficio tecnico del Comune se per il tuo edificio sono consentiti lavori per sopraelevare il colmo del tetto.

Nel caso non potessi alzare il colmo, puoi verificare infine se ci sono le condizioni per aprire la soletta e creare uno soppalco aperto. 

2. Identifica il tipo di intervento da realizzare

Se la tua soffitta ha le altezze giuste e non hai bisogno di intervenire sul tetto, puoi iniziare subito i lavori per convertirla in una mansarda. Se invece le altezze del sottotetto non rientrano nei parametri previsti e vuoi sopraelevare il tetto, devi rifarlo completamente per ottenere maggiore spazio in altezza. 

Naturalmente, eseguire solo lavori all’interno del sottotetto è un intervento che ha costi e tempi diversi rispetto all’entità e alla spesa da affrontare per rifare il tetto da zero.

I lavori per la ristrutturazione di un sottotetto variano molto anche a seconda del tipo di rinnovamento che vuoi eseguire e dallo stato iniziale del sottotetto: gli interventi possono essere più consistenti e richiedere lo spostamento di pareti e il rifacimento di impianti, oppure più leggeri come rinfrescare le pareti, aggiungere un nuovo pavimento e dividere gli spazi. 

3. Verifica i permessi necessari 

Quando hai verificato la fattibilità dell’intervento di recupero del sottotetto e hai deciso come vuoi trasformarlo, è il momento di occuparti degli eventuali permessi da richiedere per iniziare i lavori.

Prima di iniziare la ristrutturazione, contatta o fai contattare l’ufficio tecnico comunale dal tuo progettista per avere la sicurezza di presentare i permessi necessari per il tipo di intervento che vuoi eseguire, a partire dalla richiesta di permesso di costruire, sempre necessaria per recuperare o ristrutturare un sottotetto e renderlo abitabile.

4. Definisci il tuo progetto insieme a un esperto

Il modo migliore per definire tutti i dettagli della tua nuova mansarda è senza dubbio parlarne con un professionista. Fissa un appuntamento con un progettista con esperienza nel recupero di sottotetti, trasferisci le tue necessità - e, perché no, anche tutte le caratteristiche della mansarda dei tuoi sogni - chiedi un progetto e valuta le opzioni possibili per la disposizione degli spazi.

Assicurati di trasformare il sottotetto in una mansarda luminosa, grazie alle finestre per tetti.

Per avere un’idea di quante finestre inserire in ogni stanza per raggiungere l’illuminazione ottimale, tieni conto che la superficie vetrata deve corrispondere ad almeno il 20% della superficie del pavimento.

Le normative danno indicazioni specifiche e fanno riferimento al R.A.I. (Rapporto Aero-Illuminante, ovvero il rapporto tra superfici calpestabili e superfici apribili) che deve partire da un minimo di ⅛.

L’altro indicatore per misurare la luminosità è il Fattore medio di Luce Diurna (FmLD) che indica la percentuale di luce disponibile all’interno di un ambiente rispetto a quella disponibile all’esterno e non può essere inferiore al 2%: considera però che per avere una sensazione di luminosità soddisfacente, un buon FmLD corrisponde al 4%. 

Un progettista esperto saprà guidarti in queste valutazioni e ricorda: la luce naturale trasforma gli spazi ed esalterà le scelte di design e arredo della tua nuova mansarda.

5. Scegli le soluzioni VELUX più adatte

La scelta delle finestre VELUX per illuminare al meglio la tua mansarda dipende da quanto previsto dalle normative, dal comfort che vuoi ottenere e da quali stanze troveranno spazio nel tuo nuovo sottotetto ristrutturato.  

Ricorda che aggiungere più finestre rispetto a una sola finestra grande è la soluzione migliore per avere un'illuminazione più uniforme e meglio distribuita. 

VELUX ha soluzioni adatte ad ogni stanza della casa e, grazie alle tende e alle tapparelle, potrai regolare la luce e isolare la tua mansarda dal caldo e dal freddo per avere il massimo comfort in ogni stagione.

Ora che conosci tutti i vantaggi che puoi ottenere recuperando il tuo sottotetto e i passi principali per un progetto di successo, puoi iniziare a osservare con occhi nuovi il tuo spazio e a immaginare il risultato finale: una nuova, splendida e luminosa mansarda.

Articoli correlati

Mostra tutti gli articoli