Un corridoio trasformato nel cuore della casa grazie alla luce naturale

IconGuarda il video completo

Nel progettare la propria casa è importante definire degli ambienti che si possano trasformare in diverse destinazioni d’uso, per ottimizzare gli spazi e consentire una migliore e maggiore vivibilità in casa.

Ci sono alcuni ambienti, in particolare, che avrebbero un elevato potenziale ma che spesso finiscono per svolgere solo una funzione di passaggio: motivo per cui tendiamo a dimenticarcene e a non sfruttarli al meglio.

In questa casa, la proprietaria e progettista Anna Patti ha deciso di ottimizzare al massimo un corridoio antistante l’ingresso grazie all’utilizzo della luce naturale e a una soluzione architettonica molto particolare.

Da ex fabbrica di conserve ad abitazione in pieno centro città

Ci troviamo nel centro storico di Palermo, nel quartiere arabo della Kalsa, tra il mare e la città. Racchiusa tra le mura di edifici storici svetta un'alta ciminiera in mattoni refrattari che guida a un portone di ferro battuto la cui scritta ci rimanda alla storia di questo posto: Ex Fabbrica Dagnino.

“Ci troviamo in un'ex fabbrica di pomodori e conserve, testimonianza storica della florida attività di produzione alimentare avviata nel ‘900 a Palermo e delle relazioni economiche che la città aveva con il resto della penisola” racconta Anna, che si è occupata del restauro con il suo studio d’architettura PL5.

“Nel progetto di restauro abbiamo deciso di trasformare gli ex spazi industriali in 18 abitazioni. Tutte le case hanno un giardino privato, risorsa molto rara per chi vive in centro storico ma che abbiamo voluto fortemente perché permette di aumentare notevolmente la qualità della vita.”

Anna vive nel complesso insieme ai suoi cani Paprika e Cumino, e insieme ai condomini. Alcuni hanno delle terrazze alle quali è possibile accedere grazie a una soluzione VELUX® per l’accesso al tetto e godere del panorama sulla splendida città di Palermo.

Giocare con i volumi e i materiali

Tutti gli appartamenti della ex fabbrica sono stati concepiti come loft a doppia altezza.

Nel progetto di restauro Anna ha voluto mantenere la luce zenitale che proveniva dai lucernari industriali, sostituendoli con delle finestre VELUX INTEGRA® gestite da remoto.

“Questa luce naturale che viene dall’alto era molto bella e non abbiamo volito rinunciarci. Per questo ogni loft ha un’apertura sul tetto dove abbiamo installato una finestra VELUX, ciascuna in ambienti diversi.”

Nel loft di Anna la proprietaria ha voluto esaltare al massimo l’apertura sul tetto attraverso una soluzione architettonica molto particolare.

“Nella mia casa ho ideato un pavimento di rete calpestabile sospeso all’altezza del primo piano che si è trasformato in uno spazio aggiuntivo della casa. Qui mi stendo per rilassarmi insieme ai miei cani o per leggere un libro sotto la luce del sole” spiega.

La luce naturale che filtra dall’alto

La rete sospesa nel loft di Anna ha dato vita a nuove zone funzionali in tutta la casa. La luce naturale che proviene dal tetto filtra attraverso le maglie e arriva fino al piano terra, nello spazio antistante l’ingresso, dove si è creato un corridoio che Anna sfrutta al massimo grazie alla luce naturale.

“Quando la luce passa attraverso la rete arriva fino al piano terra creando dei bellissimi giochi di texture e luce. Per questo il corridoio è diventato il cuore pulsante della casa: è lo spazio dove lavoro con il computer, dove uso i miei stampini e faccio i miei lavori artistici.” racconta.

“Sono una persona molto creativa e nella mia casa volevo uno spazio che stimolasse l’immaginazione e la fantasia. Grazie alla rete che ho installato e che permette alla luce naturale arrivare in profondità fino a questo corridoio, posso dire di aver dato vita a uno spazio che ispira i miei momenti di creatività”.

La ventilazione in una località di mare

Vivere in Sicilia, e per di più nel centro storico di Palermo, può essere una sfida.

“In Sicilia in estate si raggiungono dei picchi di temperatura vicini ai 50°, per questo in casa è importante garantire una ventilazione ottimale e sfruttare le potenzialità date dalla vicinanza al mare. La finestra VELUX che ho installato nel colmo del mio loft è a circa 6 metri di altezza e aiuta ad avere un naturale ricircolo dell’aria e mantenere gli ambienti freschi anche nelle giornate più calde.”

“Inoltre, la scelta si è rivelata più utile del previsto perché grazie all’apertura sul tetto non accendo mai le luci artificiali, sfrutto la luce del sole - e qui ne abbiamo in abbondanza - e questo mi permette di avere un minore impatto sull’ambiente e un notevole risparmio energetico, che per me è molto importante”.

E di questi tempi, poter risparmiare in bolletta non è cosa da poco. A volte basta una finestra, posizionata nel posto giusto, per cambiare la vita in casa e aiutare a risparmiare energia.

“La sensazione è stata incredibile. La luce della mattina, che veniva dall’alto, era una cosa che ancora non avevo provato”.

Articoli correlati

Mostra tutti gli articoli